Marco è nato a Milano, dove vive da sempre. E’ laureato in ingegneria ma è un ingegnere un po’ particolare. Dal 2008 ha aperto il blog Impressioni di Settembre. Da poco scrive anche su Anca Sbilenca e collabora con il blog Oltre il Cancro.

Gli piacciono l’Inter, la pizza e l’ironia. Odia il fumo, i segreti e le cose amare.

E’ un tipo sincero, a volte musone, allegro, spontaneo, un po’ permaloso, sensibile e molto pigro. E’ anche un pacifista convinto.

Allena una squadra di calcio a 7 dove, paradossalmente, è uno dei più giovani del gruppo.

Da pochi mesi vive con la sua splendida ragazza che non avrebbe conosciuto senza passare tutti i guai che ha passato. Se lei è il premio, rivivrebbe tutto quello che ha vissuto. Insieme a loro vive anche il cane Oliver.

Ha deciso di dedicare questi suoi piccoli, insignificanti scritti al suo amico MV che, ne è sicuro, da lassù lo guarda e se la rida beatamente.

Ha sempre sognato si scrivere di sè in terza persona e finalmente ci è riuscito.

Nonostante tutto, si ritiene una persona fortunata. E anche felice.

1 Response to “Quarta di copertina”


  1. 1 Giorgia Pipino 22 marzo 2012 alle 17:17

    Complimenti davvero, per la tua forza e la tua ironia. E per far pensare a quelli “interi” (non scrivo sani, perché secondo me di sani in giro ce ne sono ben pochi!!) che forse sarebbe meglio lamentarsi di meno e vivere di più. Grazie :-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Pablic Relescion

Feed

http://www.wikio.it

Un post a caso

Storia di un’anca

Nelle serie di post presenti nella categoria “storia di un’anca” c’è la mia storia raccontata da un punto di vista un po’ particolare, quello della mia anca. Ché detta così suona un po’ strana come cosa ed effettivamente lo è! Ad un certo punto della storia fanno la loro comparsa “i Cinesi” che poi son le cellule del cancro. Le ho chiamate così solo perché son tante, certamente non con un intento discriminatorio nei confronti dei simpatici asiatici. Tutti i post, che poi son le parti di questa storia, si trovan qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: