E’ un’ingiustizia però

Non faccio in tempo a finire su un giornale, con tanto di elogi e di foto, che arriva un tizio, uno strano che dicon vada in giro sulle molle, che lo vuol chiudere? Non si fa mica così, però.

Annunci

5 Responses to “E’ un’ingiustizia però”


  1. 1 alecomeale 15 febbraio 2012 alle 20:03

    Ciao Marco! chissà se ti ricordi di me… ci siamo incontrati il giorno del matrimonio di Anna Lisa, nella corsia dell’ospedale. Tu e Francesca vi siete fermati a giocare con la mia bimba… mi ha fatto piacere ritrovarti!

  2. 2 Camden 15 febbraio 2012 alle 20:24

    Sai che una cosa del genere l’ho pensata pure io, ma in maniera indefinita, ora leggere quello che hai scritto tu mi ha fatto sorridere a 32 denti! :)

  3. 3 Widepeak 15 febbraio 2012 alle 21:31

    Ma infatti!! Mi ha fatto quasi rimpiangere le mie iniziali resistenze ;)

  4. 4 Shunrei 16 febbraio 2012 alle 11:09

    Sì vabbè, ma Celentano non sa mica leggere…
    Non sono affatto per le testate “di parte”, ma spezzo una lancia a favore di Famiglia Cristiana (che a casa dei miei non è mai mancato una settimana): per certi “fattacci” della politica negli ultimi anni è stato uno dei pochi giornali a scrivere pane al pane e vino al vino, a differenza di tutti i giornali “laici” che al massimo han sempre solo leccato deretani o fatto finta di nulla. Questa mi pare sia ipocrisia…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Pablic Relescion

Feed

http://www.wikio.it

Un post a caso

Storia di un’anca

Nelle serie di post presenti nella categoria “storia di un’anca” c’è la mia storia raccontata da un punto di vista un po’ particolare, quello della mia anca. Ché detta così suona un po’ strana come cosa ed effettivamente lo è! Ad un certo punto della storia fanno la loro comparsa “i Cinesi” che poi son le cellule del cancro. Le ho chiamate così solo perché son tante, certamente non con un intento discriminatorio nei confronti dei simpatici asiatici. Tutti i post, che poi son le parti di questa storia, si trovan qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: