Ride bene chi ride ultimo

Ieri sera siam stati al cinema. Abbiam parcheggiato nel parcheggio disabili dove eran rimasti solo due posti liberi (su nove) ché si vede che era la serata per carrozzine al cinema. Invece delle altre sei macchine parcheggiate solo una era di un disabile, o comunque di uno con il pass disabili che non è proprio la stessa cosa. Le altre sei eran tutte di persone apparentemente normodotate, in realtà dotate di una gran bella faccia tosta (mi sono autocensurato).

Abbiam così chiamato i carabinieri ché sono arrivati in cinque minuti di orologio tra lo stupore generale ché non si son mai visti dei carabinieri così veloci. A quel punto son fioccate le contravvenzioni per i più fortunati (quelli che tornavan alle macchine). Quelli che invece si stavan guardando un film, una volta tornati a prender la macchina, avran pensato che gli avevan rubata. Niente paura. Si trova sana e salva al deposito.

Annunci

9 Responses to “Ride bene chi ride ultimo”


  1. 1 Shunrei 5 dicembre 2011 alle 12:21

    Non avete fatto bene a chiamare i Carabinieri.
    Avete fatto benissimo!!!
    E lo dico per tutte le volte che s’è trovato in difficoltà mio padre quando trasportava mia madre (l’invalida è lei), e in aggiunta anche per tutte quelle che – durante la gravidanza – ho trovato i posti riservati a donne incinte/neomamme impegnati da autisti che manco lo Spirito Santo avrebbe potuto ingravidare… (sottolineo: autisti!)

  2. 2 Francesca 5 dicembre 2011 alle 15:34

    …e quanto abbiamo riso!!finalmente dopo tanto rodere siamo riusciti a vincere una piccola battaglia!!è una cosa piccola che sicuramente non risolverà il problema,ma almeno aBbiamo provato,ed è importante che TUTTI denuncino quando vedeno mancanze di rispetto cosi grandi verso gli altri…

  3. 4 ziacris 5 dicembre 2011 alle 19:13

    mi piace, mi piace…io per queste cose mi alzerei da letto….

  4. 5 4 p 5 dicembre 2011 alle 21:17

    Ben fatto ragazzi!!!!!
    4 p

  5. 6 Angela 5 dicembre 2011 alle 23:34

    Giusto, avete fatto benissimo e meno male che i carabinieri sono arrivati, godo troppo al pensiero di quelli che non hanno trovato l’auto al ritorno! Chissà se servirà loro di lezione…. Angela

  6. 7 Raffaella 5 dicembre 2011 alle 23:43

    Bravissimi complimenti !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Raffaella


  1. 1 Occhio non vede, cuore non duole « Anca Sbilenca Trackback su 27 dicembre 2011 alle 11:01
  2. 2 Piccoli vandali crescono « Anca Sbilenca Trackback su 16 gennaio 2012 alle 19:55

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Pablic Relescion

Feed

http://www.wikio.it

Un post a caso

Storia di un’anca

Nelle serie di post presenti nella categoria “storia di un’anca” c’è la mia storia raccontata da un punto di vista un po’ particolare, quello della mia anca. Ché detta così suona un po’ strana come cosa ed effettivamente lo è! Ad un certo punto della storia fanno la loro comparsa “i Cinesi” che poi son le cellule del cancro. Le ho chiamate così solo perché son tante, certamente non con un intento discriminatorio nei confronti dei simpatici asiatici. Tutti i post, che poi son le parti di questa storia, si trovan qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: