L’erba del vicino

Sopra di me abita un tizio alquanto strano. Non dice buongiorno o buonasera ma farfuglia qualcosa di incomprensibile. A me. E anche a mio padre. Chissà come mai invece quando incrocia mia madre è tutto buongiorno e buonasera.

Spesso lo si sente canticchiare alla finestra ma non son canzoni famose. La melodia sembra più una nenia, mentre i testi son piuttosto monotoni, qualcosa come “bom bom” ripetuto fino alla noia. Ché detta così pare qualcosa che rimbalza ma in realtà tende a strascicare la “o”. E’ più quindi un “booooom booooom”. Qualcosa come l’unione tra un’esplosione e il suono di una campana.

Ci sarà da preoccuparsi? Se un giorno dovesse fare una strage, non mi si venga a dire che non avevo avvertito nessuno.

Annunci

9 Responses to “L’erba del vicino”


  1. 1 barbara 10 maggio 2011 alle 19:06

    No,non ti preoccupare. I vicini che fanno le stragi non sono mai quelli strani, sono sempre i padri di famiglia gran lavoratori, educati, che salutano son un sorriso sono sempre pronti a dare una mano al bisogno e tanto affettuosi con i bambini e i cani.

  2. 2 4p 10 maggio 2011 alle 19:17

    Aiuto, ci separa solo un piano, pfff, prima tocca a te!!!!!
    4 p

  3. 3 4p 11 maggio 2011 alle 08:51

    L’uomo silente è tornatoooooo!!!!
    Hai ragione, non parla quasi mai, sbofonchia.
    E’ strano, ma quando deve discolparsi, vedi mozziconi di sigarette, azz parte come una lippaaaaaaaaaaa.
    Mah, stranezze della vita.
    4p

  4. 4 marcolicchio 11 maggio 2011 alle 16:20

    Non è l’uomo silente. Son due persone diverse…

  5. 5 4p 11 maggio 2011 alle 19:20

    Ops, ma allora l’uomo silente qué???
    Un altro piccolo indizino, dai fai il buono, lo sai che sono curiosa e poi ste robe mi piacciono troppo.
    4 p

  6. 6 4p 12 maggio 2011 alle 16:51

    ……….., antipatico grrrr!!!!!!
    4 p

  7. 7 4p 13 maggio 2011 alle 10:14

    Uff, brutto, antipatico, insensibile, non hai cuore per la tua amica 4p, tanto lo so che lo fai apposta a non rispondermi con nuovi indizi………., ciao buona giornata
    4 p

  8. 8 marcolicchio 13 maggio 2011 alle 16:53

    Ma cosa pretendi? Nome e cognome? Guarda che ti disabilito i commenti, eh?! (^_^)

  9. 9 4p 13 maggio 2011 alle 19:08

    ….., ma noooooooooooo, se fosse così non mi piacerebbe nemmeno.
    Parlo di indizi, come un gioco, sempre se hai voglia di giocare.
    Non mi permetterei mai di fare nomi, ma per chi mi hai preso??????
    Altro che prosciutto cotto, sei un salamino!!!!
    Bacio e quando vuoi e se vuoi, rimango in attesa.
    Ah, dimenticavo, sempre se ci credi e ti fa piacere, domenica scheda verde, rimaniamo quindi in zona, c’è una persona che conosci che si candida!!!!!!
    4 p


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Pablic Relescion

Feed

http://www.wikio.it

Un post a caso

Storia di un’anca

Nelle serie di post presenti nella categoria “storia di un’anca” c’è la mia storia raccontata da un punto di vista un po’ particolare, quello della mia anca. Ché detta così suona un po’ strana come cosa ed effettivamente lo è! Ad un certo punto della storia fanno la loro comparsa “i Cinesi” che poi son le cellule del cancro. Le ho chiamate così solo perché son tante, certamente non con un intento discriminatorio nei confronti dei simpatici asiatici. Tutti i post, che poi son le parti di questa storia, si trovan qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: