Le commissioni di una volta

Per come appaiono nell’immaginario collettivo, quelli delle commissioni per l’invalidità credo sian tante cose ma non credo sian dei tipo precisi, altrimenti come si spiegano i ciechi alla guida degli autobus? E allora com’è che per l’ultima visita che ho fatto avevo appuntamento per le 10.09? Un orario che incute quasi timore. Pensi che dall’altra parte ci sian dei precisissimi medici svizzeri o tedeschi che ti aspettano. E poi mi sarei aspettato che la visita cominciasse con la classica mezzora di ritardo, invece poco prima delle dieci stavo già uscendo. E’ proprio vero che non ci son più le commissioni di una volta.

Annunci

1 Response to “Le commissioni di una volta”


  1. 1 ww 7 agosto 2011 alle 19:42

    Certi medici delle commissioni capiscono tutto al volo. In sette minuti. Niente da dire.
    Una volta uno che era chiamato ad autorizzare il rinnovo del pass, davanti al certificato ortopedico che recitava: “Esiti di…” quindi ESITI, qualcosa che ormai ti porti dietro per sempre, mi ha detto: “Ok, tre anni. Poi voglio rivalutare la situazione.”
    Gli ho risposto: “Voi della ASL credete ai miracoli.”
    Ho cominciato ad andare a Lourdes da quell’anno, ma una sua collega mi ha dovuto confermare il pass tre anni dopo, povero lui ;-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Pablic Relescion

Feed

http://www.wikio.it

Un post a caso

Storia di un’anca

Nelle serie di post presenti nella categoria “storia di un’anca” c’è la mia storia raccontata da un punto di vista un po’ particolare, quello della mia anca. Ché detta così suona un po’ strana come cosa ed effettivamente lo è! Ad un certo punto della storia fanno la loro comparsa “i Cinesi” che poi son le cellule del cancro. Le ho chiamate così solo perché son tante, certamente non con un intento discriminatorio nei confronti dei simpatici asiatici. Tutti i post, che poi son le parti di questa storia, si trovan qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: