Un uomo in carriera

Non me ne ero mai accorto prima ma pare che vadan tutti in giro con le stampelle, chi con due, chi con una sola, o con i bastoni o con ogni sorta di marchingegno che aiuti la deambulazione. Da quando anche io giro su quattro gambe (ho scritto gambe, non zampe ché non son mica un animale), noto molto di più chi viaggia come me o in modo simile. Possiamo definirla deformazione professionale.

Annunci

2 Responses to “Un uomo in carriera”


  1. 1 4p 4 marzo 2011 alle 11:08

    Fa “in”, ma vai piano, mi sembri spidigonzales quando arrivi dal lavoro, e poi
    trovi il bagno occupato…….ahaha, che ridere ieri con mammà tua.
    Baciobacinobacetto
    4 p

  2. 2 Carlo 9 marzo 2011 alle 19:51

    Ciao Marco e buona serata a te!

    Proverò ad essere più attento verso chi mi sta intorno… è una realtà che ho notato e, credo, sia un’imperdonabile disattenzione!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Pablic Relescion

Feed

http://www.wikio.it

Un post a caso

Storia di un’anca

Nelle serie di post presenti nella categoria “storia di un’anca” c’è la mia storia raccontata da un punto di vista un po’ particolare, quello della mia anca. Ché detta così suona un po’ strana come cosa ed effettivamente lo è! Ad un certo punto della storia fanno la loro comparsa “i Cinesi” che poi son le cellule del cancro. Le ho chiamate così solo perché son tante, certamente non con un intento discriminatorio nei confronti dei simpatici asiatici. Tutti i post, che poi son le parti di questa storia, si trovan qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: