Storia di un’anca/13

Gennaio 2008

Oggi l’abbiam fatta grossa. Parlo al plurale perché la colpa non è solo mia ma anche dei muscoli che stan qui intorno a me. Non abbiam retto il peso del capo ed è caduto. Ha anche rischiato, dato che aveva attaccato l’ambaradan per fare la chemioterapia. Con tutti ‘sti farmaci che ci danno ero un po’ debole. Adesso mi sa che per un po’ vado in pensione. Eh sì, perché da oggi il boss dovrà usare le stampelle per evitare altre cadute. Rischio di rompermi e si mi rompo son guai seri perché i Cinesi uscirebbero dai recinti in cui li hanno messi. E invece devon rimanere lì finché non saranno radunati tutti insieme (ma proprio tutti!) ché arriverà un dottore bravo a portarseli via. Pare che a lui piacciano e li collezioni.

Considerando che fino all’operazione ci saran le stampelle e che dopo mi sa proprio che mi butteran via… temo che i miei giorni di gloria sian finiti!

[continua]

Annunci

0 Responses to “Storia di un’anca/13”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Pablic Relescion

Feed

http://www.wikio.it

Un post a caso

Storia di un’anca

Nelle serie di post presenti nella categoria “storia di un’anca” c’è la mia storia raccontata da un punto di vista un po’ particolare, quello della mia anca. Ché detta così suona un po’ strana come cosa ed effettivamente lo è! Ad un certo punto della storia fanno la loro comparsa “i Cinesi” che poi son le cellule del cancro. Le ho chiamate così solo perché son tante, certamente non con un intento discriminatorio nei confronti dei simpatici asiatici. Tutti i post, che poi son le parti di questa storia, si trovan qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: