A ciascuno il suo

Tra le tante cose che non son capace di fare c’è quella di raccontare le barzellette. Conoscendomi evito il supplizio ai miei interlocutori e non le racconto. Alla mattina però ascolto un programma alla radio che fa sentire delle barzellette e certe fan proprio ridere anche perché si vede che le san raccontare, mica come me. A volte ne sento qualcuna così divertente che poi me la rivendo. Però quando la racconto io non fa più ridere. Forse dovrei scriverla ché mi vien meglio.

Annunci

3 Responses to “A ciascuno il suo”


  1. 1 4p 10 gennaio 2011 alle 22:01

    Rimango in attesa ……….
    4 p

  2. 2 ziacris 11 gennaio 2011 alle 16:34

    se vuoi ridiamo assieme, anche io sono negata….

  3. 3 Andrea 11 gennaio 2011 alle 16:37

    sentiamola sentiamola….anzi leggiamola!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Pablic Relescion

Feed

http://www.wikio.it

Un post a caso

Storia di un’anca

Nelle serie di post presenti nella categoria “storia di un’anca” c’è la mia storia raccontata da un punto di vista un po’ particolare, quello della mia anca. Ché detta così suona un po’ strana come cosa ed effettivamente lo è! Ad un certo punto della storia fanno la loro comparsa “i Cinesi” che poi son le cellule del cancro. Le ho chiamate così solo perché son tante, certamente non con un intento discriminatorio nei confronti dei simpatici asiatici. Tutti i post, che poi son le parti di questa storia, si trovan qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: