Il mio amico, quello che non è troppo furbo

Ho un amico che non è troppo furbo. Tutti abbiamo un amico che non è troppo furbo. Io stesso credo di essere l’amico che non è troppo furbo di qualcuno. Il mio amico che non è troppo furbo ha lasciato un paio di commenti innocui su queste pagine, cercando di fare il simpaticone, che poi è quello che cerco di fare pure io in realtà. Si è celato dietro lo pseudonimo de “il giustiziere” ed una mail fasulla. L’ho preso con le mani nella marmellata, il che era scontato essendo lui uno che non è troppo furbo. Si è difeso dicendo che voleva farsi scoprire, e che se avesse voluto rimanere anonimo seriamente mica si sarebbe fatto beccare, eh! E’ troppo furbo, lui.

Annunci

3 Responses to “Il mio amico, quello che non è troppo furbo”


  1. 2 Max Dejavù - I viaggi di Maya 18 maggio 2011 alle 14:34

    Ahahhaha Hai ragione. Ognuno di noi ha un amico non troppo furbo. ahahah
    Scusa, non è per fare spam sul tuo blog, ma mi piacerebbe presentarti il mio.. :)
    http://iviaggidimaya.wordpress.com/2011/05/14/alessio-the-best-of/


  1. 1 Come un arcobaleno « Anca Sbilenca Trackback su 18 maggio 2011 alle 19:32

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Pablic Relescion

Feed

http://www.wikio.it

Un post a caso

Storia di un’anca

Nelle serie di post presenti nella categoria “storia di un’anca” c’è la mia storia raccontata da un punto di vista un po’ particolare, quello della mia anca. Ché detta così suona un po’ strana come cosa ed effettivamente lo è! Ad un certo punto della storia fanno la loro comparsa “i Cinesi” che poi son le cellule del cancro. Le ho chiamate così solo perché son tante, certamente non con un intento discriminatorio nei confronti dei simpatici asiatici. Tutti i post, che poi son le parti di questa storia, si trovan qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: